Migliore arginina costosa: guida alla scelta e prodotti

Prevenire è meglio che curare: un vecchio adagio che tutti conosciamo. Ma, dagli ultimi dati emersi, sembra non solo un modo di dire ma una realtà ben tangibile. Per l’80% degli Italiani la salute è tra principali interessi.

Più di 3 miliardi di euro l’anno sono spesi per integrare l’alimentazione. Ciò a dimostrazione di quanto gli Italiani percepiscono gli integratori come aiuto per il benessere. Ma anche per prevenire possibili malanni o tamponare immediatamente piccoli problemi prima che diano luogo a situazioni peggiori. L’arginina è tra gli integratori più diffusi. Dato il livello di spesa appena visto, proviamo qui ad approfondire l’argomento delle forme di arginina costosa.

Arginina costosa: conosciamola meglio

Cos’è l’arginina? Si tratta di un aminoacido. In quanto tale, contribuisce alla formazione delle proteine, fondamentali per i muscoli e per molti altri tessuti del corpo. L’arginina è presente in carne, uova, pesce, latte e latticini. Si trova però anche nel riso, nei legumi e nella frutta secca. Le proteine di origine animale hanno comunque una disponibilità biologica superiore a quelle di origine vegetale.

Chi ha buone condizioni fisiche e dieta corretta non ha necessità di integrazione. Chi invece ha una alimentazione sbilanciata o condizioni fisiche carenti può beneficiare di una integrazione. In commercio esistono moltissime formulazioni di arginina. Analizziamo le proprietà di questo integratore e poi vediamo i tre ambiti in cui sono presenti forme di arginina costosa.

A cosa serve l’arginina

L’arginina è nota soprattutto come vasodilatatore. Infatti aiuta i vasi sanguigni a dilatarsi, migliorando la circolazione del sangue. Così tutte le sostanze utili arrivano meglio nei vari organi del corpo, e quelle di scarto sono eliminate più facilmente.

L’arginina è usata per questo nelle prevenzione del colesterolo e della pressione troppo alti, e delle malattie cardiovascolari. L’arginina forma anche il collagene, sostanze presente nella pelle, nelle ossa e nei tessuti connettivi. Ha una buona attività antiossidante, che combatte i processi di invecchiamento e facilita la disintossicazione. Inoltre, aiuta il sistema immunitario a contrastare i microbi che attaccano il corpo causando malattie.

Arginina costosa: lo sport

Per tutto ciò, l’arginina trova impiego in moltissime situazioni. La prima è come integratore per lo sport. Aiuta ad aumentare forza e massa muscolare, migliora le performances e riduce il senso di fatica. Deve essere assunta poco prima della seduta di allenamento.

Inoltre, per la sua capacità di disintossicazione, migliora l’eliminazione dell’acido lattico e riduce i tempi di recupero. In caso di lesioni, facilita il ripristino dei tessuti lesi e la riabilitazione post incidente. Esiste in formulazioni in polvere, capsule, pastiglie, gel e liquide. Trova impiego sia nello sport amatoriale che in quello agonistico.

Arginina costosa: il benessere sessuale

La proprietà di vasodilatazione è utile anche per la gestione dei deficit erettili più semplici. In questo caso, le formulazioni utilizzate sono sia per via orale, in pastiglie o bustine, sia per uso esterno. Quest’ultima formula prevede un gel da utilizzare poco prima del rapporto sessuale. Rispetto alle pastiglie, ha il vantaggio di una azione locale senza dover essere metabolizzato da stomaco e fegato.

Il gel è incolore, non unge e si assorbe subito. Nel gel sono in genere associate sostanze antiarrossamento tipo vitamina E o burro di karitè. Spesso si associano altre sostanze stimolanti, quali caffeina e peperoncino. Nelle pastiglie, invece, troviamo associate ginseng, zinco, vitamina C e citrullina. Ciò per migliorare l’erezione ed anche la fertilità.

Arginina costosa: i cosmetici

Le proprietà dell’arginina si esplicano anche nei prodotti ad uso esterno. La troviamo, per es, nelle creme per la pelle. Qui ha una funzione idratante, emolliente ed elasticizzante. Ugualmente, è presente in shampoo, balsamo e maschere per capelli. Svolge funzione nutriente, rivitalizzante ed anticaduta.

E’ indicata anche per capelli fragili o stressati. Utile per rallentare la perdita di capelli tipicamente maschile. Nei cosmetici, l’arginina è spesso associata ad altri ingredienti nutrienti ed emollienti. Alcuni esempi: burro di karitè, vitamine del gruppo B, C, e vitamina E.

Benessere sessuale, sport e cosmesi sono i tre settori in cui è più probabile trovare arginina di prezzo elevato

Fasce di prezzo

Per quanto riguarda lo sport, troviamo formulazioni da usare pre-allenamento sia con arginina pura, sia con associazioni di vitamine B. Il dosaggio di arginina è in genere molto alto, ed il prodotto è a rapido assorbimento. Esistono anche formulazioni monodose in pocket drink già pronte per l’assunzione. Le compresse variano in fasce di prezzi intorno ai 40-50 euro, i pocket più elaborati arrivano ai 60-70 euro.

Ancora più alti i prezzi della polvere. In base alla grandezza della confezione, possono arrivare anche a 50-90 euro. Analoga varietà troviamo nei prodotti per il deficit erettile. Quelli per via orale variano tra 40 e 60 euro. Circa il gel ad uso esterno, possiamo trovare prezzi anche fino ai 50 euro a tubetto.

I cosmetici

In questo gruppo troviamo i prezzi più elevati, in quanto i prodotti sono assai vari. E’ possibile trovare anche alcuni kit completi di shampoo, crema, balsamo che arrivano ad alcune centinaia di euro. Esistono anche lozioni con specifico scopo anticaduta, con prezzi analoghi.

Arginina costosa: perché

I motivi per cui i prezzi sono così elevati in questi ambiti trovano le loro ragioni in vari ambiti. Possiamo analizzare motivi tecnici e commerciali. I primi risiedono nella qualità dei prodotti utilizzati. L’arginina è di qualità elevata, biodisponibile per l’uso orale.

Anche gli altri ingredienti sono di qualità pregiata. Inoltre, molti di questi prodotti garantiscono la compatibilità con moduli alimentari di tipo vegano e vegetariano che escludono ingredienti di origine animale. Questo, ovviamente, comporta dal punto di vista della produzione un diverso iter con costi maggiori per le aziende. Altro elemento: questi prodotti sono resi disponibili ad opera di aziende specializzate negli specifici settori, con i relativi costi. Infine, queste aziende commercializzano articoli certificati. Anche questo aumenta i costi di produzione e vendita.

Conclusioni

Gli integratori ci possono offrire veramente un grande aiuto se usati con criterio. Per quelli ad uso esterno non ci sono grossi problemi. Per quelli ad uso orale, dobbiamo stare molto attenti in quanto hanno effetti collaterali e controindicazioni da non sottovalutare. Quando siamo incerti, confrontiamoci con un medico che saprà fugare ogni dubbio. Questo è valido sempre. E se dobbiamo spendere qualcosa in più, è doppiamente valido!

Laura Daveggia è nata nel 1962 a Venezia, città in cui vive. Amante di musica classica, lettura e scrittura, ha pubblicato diversi articoli, sia online che cartacei, e due libri. Per breve periodo ha collaborato con Metropolitan Magazine e Fidelity House. Attualmente collabora con il blog “The Web Coffee” e con la rivista “Profilo Salute”.

Back to top
menu
migliorearginina.it